• Piercarlo Ghossoub

Il telescopio spaziale James Webb in viaggio verso lo spazioporto europeo di Kourou

Il Telescopio Spaziale James Webb è in viaggio verso lo spazioporto europeo di Kourou, nella Guyana francese.


Dopo essere stato completamente configurato per il lancio e testato nelle strutture della Northrop Grumman in California, il telescopio è finalmente pronto per il lancio, previsto per il 31 ottobre.

Webb verrà lanciato in orbita con il vettore di punta dell’Agenzia Spaziale Europea, l’Ariane 5, a coronamento di una collaborazione tra European Space Agency, NASA e Canadian Space Agency.


Il telescopio, intitolato all’omonimo amministratore della NASA in carica durante i programmi Gemini, Mercury e Apollo, sarà il più grande telescopio mai inviato nello spazio e allargherà ulteriormente gli orizzonti scoperti dal telescopio Hubble.


Ciò sarà possibile grazie al ricorso all’astronomia a infrarossi. Con la tecnologia a infrarossi la porzione dello spettro che possiamo percepire si amplia notevolmente, consentendoci di “vedere” e “misurare” oggetti attraverso il calore da essi emanato.


L'opacità dell'atmosfera terrestre, causata da elementi come vapore acqueo e anidride carbonica, limita la portata dei telescopi ottici a terra in quanto suddetti elementi bloccano o alterano la luce proveniente dallo spazio. Fu proprio per ovviare a tale limitazione che nel 1990 venne lanciato in orbita il telescopio spaziale Hubble. Grazie ad esso si è poi scoperto che anche nello spazio esistono elementi in grado di limitare la portata del nostro sguardo. Il ricorso ad un telescopio a infrarossi quale lo Webb consentirà quindi di “osservare” e studiare oggetti e regioni dello spazio altrimenti oscurate dai gas delle nubi interstellari e dalla polvere cosmica nello spettro visibile.


Il telescopio impiegherà circa un mese per raggiungere il punto lagrangiano L2, a un milione e mezzo di km dal nostro pianeta, dove poi stazionerà per le sue osservazioni. Si prevede che le operazioni scientifiche cominceranno circa sei mesi dopo il lancio, quindi nella primavera del 2022.


Godspeed, James Webb!