• Mariachiara D'Attoma

Le forze armate della Repubblica federale di Germania: la Bundeswehr



La storia della Bundeswehr è stata segnata dal cambiamento. Dopo la resa della Wehrmacht tedesca (le ex Forze armate) nel maggio 1945, le potenze vincitrici assunsero il controllo politico su tutta la Germania: Stati Uniti, Regno Unito e Francia nelle zone di occupazione occidentale, e l'Unione Sovietica nella zona di occupazione orientale. La Wehrmacht e tutto ciò che era di natura militare fu sciolta.


Nel 1948, le potenze occidentali risposero al confronto tra l'Est e l'Ovest incaricando gli Stati federali della Germania Ovest a deliberare una costituzione democratica. Conseguentemente, gli alleati occidentali approvarono la Legge fondamentale, che entrò in vigore nel maggio 1949. La Germania occidentale era nata.


Pochi giorni prima della sua elezione a cancelliere federale, Konrad Adenauer pubblicò un memorandum in cui sottolineava la necessità di avere forze armate nella Germania occidentale e l'inizio della guerra di Corea nel giugno 1950 accelerò questo processo, ma l'intenzione era di creare qualcosa di fondamentalmente nuovo, senza alcuna base che riguardasse le vecchie strutture della Wehrmacht. A questo punto Adenauer nominò Theodor Blank come “Commissario del Cancelliere per le questioni riguardanti il rafforzamento delle truppe alleate". Questo "Amt Blank " (Ufficio Blank) divenne il nucleo del successivo Ministero Federale della Difesa.


Dopo diverse controversie e altrettante conferenze, ci fu una prima legge sui volontari nel 1955 che consentiva l'impiego di un massimo di 6.000 volontari nell'esercito federale tedesco; in seguito nel giugno del 1956 entrò in vigore la seconda legge sulla guardia federale di frontiera e con questa legge, il ministro federale della difesa fu autorizzato a creare la Bundeswehr.


Con la riunificazione nell’ottobre 1990, il quadrò cambiò e i cambiamenti avvennero a piccoli passi. Questo importante evento all’interno della Germania ha comportato, da una parte, lo scioglimento dell'Esercito popolare nazionale e di altre organizzazioni armate della Germania dell'Est (come le truppe di frontiera e le milizie operaie) e, d'altra parte, alcuni degli oltre 90.000 volontari e membri del servizio di carriera dell'Esercito popolare nazionale avevano necessità di essere integrati nella Bundeswehr.


Dunque, non sono state poche le sfide affrontate: oltre al progetto di ridimensionamento della Bundeswehr e lo scioglimento dell'Esercito popolare nazionale (NVA) dell'ex Germania dell'Est, c’è stata la creazione di un nuovo tipo di forze armate, un esercito di unità.


esercito tedesco germania mercurio blog
via GetMilitaryPhotos


Attualmente, la Bundeswehr è composta dalle forze armate, dalla sua parte amministrativa, dalle aree organizzative civili delle forze dell'ordine così come dalla BAMAD come agenzia civile direttamente subordinata al BMVg. Tutti hanno i loro compiti e punti di forza specifici. Nell'organizzazione della Bundeswehr, le forze armate formano il nucleo militare. I soldati appartengono o a un ramo di servizio (per esempio: Esercito, Aeronautica o Marina) o a un'area organizzativa, ovvero: la base delle Forze Armate (SKB), che raggruppa i servizi di supporto, il Servizio Medico Centrale, responsabile delle cure mediche e il Cyber and Information Space (CIR) che garantisce la protezione e il funzionamento del sistema informatico della Bundeswehr.


L'esercito, l'aeronautica e la marina, in origine, combattevano solo nella loro dimensione, quindi l'esercito a terra, l'aeronautica in aria e la marina in mare. Tuttavia, la divisione dei compiti ad oggi non è più così rigida. Infatti, i piloti dell'esercito e gli aviatori della marina, per esempio, possono entrare a far parte dell’aeronautica. Al contrario, le guardie delle forze aeree possono unirsi all’esercito.


esercito tedesco germania mercurio blog
Schema ufficiale delle forze armate tedesche